Che tipo di canoista sono? Una piccola rassegna su canoe e kayak…

La canoa ed il kayak sono strumenti fantastici adatti a vivere la natura in modo intenso e a potersi confrontare con essa sia in viaggio che attraverso competizioni e sport agonistici. Per un corretto approccio con il mondo dell’acqua occorre comprendere che esistono diverse filosofie e modi di affrontare la canoa ed il kayak e la prima domanda da farsi è: “che canoista voglio diventare?” Iniziamo a vedere oggi le discipline di acqua piatta e a proporre qualche consiglio:

Canoa e kayak da acque piatte

 

  • Escursionismo su acqua piatta (laghi e lagune): escursione in giornata che permette di vivere l’emozione di laghi e lagune, normalmente le capacità tecniche per affrontare queste escursioni sono di base, mentre per l’escursione in inverno occorre avere capacità ed attrezzatura leggermente diverse. Anche se tali escursioni sembrano estremamente semplici occorre comunque avere padronanza della canoa e, come sempre, è propedeutico un corso base di canoa o kayak. Molto semplice per un primo approccio senza esperienza l’utilizzo di sit-on-top. Si possono utilizzare tutte le tipologie di imbarcazioni.

01_lago

 

Figura 1 escursione in lago con kayak

  • Escursionismo in mare: Il kayak da mare ha delle specifiche tecniche di navigazione e di sicurezza, in questo tipo di escursione si fanno lunghi tragitti anche in tratti di mare “aperto”. Occorre quindi avere mezzi idonei e capacità di utilizzo dell’eskimo o del paddle float. I mezzi normalmente utilizzati hanno volumi e forme specifiche e sono dotati di gavoni per il trasporto di attrezzatura. Anche in questo caso prima di cimentarsi in lunghe escursioni occorre conoscere le corrette tecniche di pagaiata (esistono anche tecniche tradizionali come con la pagaia eskimese) e di conduzione in mare. Onde e vento devono diventare, col tempo, fattori di divertimento e non di paura. Meglio utilizzare barche specifiche.

02_mare

Figura 2 kayak da mare

  • Canoa e kayak velocità: Disciplina sportiva (e olimpica) paragonabile al correre sulle acque. Disciplina che oltre ad un ottima tecnica presuppone allenamento e molta forza di volontà. In questo caso esistono competizioni e club su tutto il territorio nazionale (le competizioni vengono svolte all’interno della FICK). Tale disciplina viene svolta con specifiche imbarcazioni, singole (k1,c1) o in equipaggio (k2,k4,c2 ecc).Utilizzo di barche specifiche

03_velocità

 

Figura 3 canoa olimpica (k1)

  • Kayak fishing: Unire la pesca al kayak, disciplina ludica e sportiva che permette di unire le due passioni. Sono normalmente kayak aperti ed attrezzati per la pesca (Porta canne ed altri optional,) permettono un ottima stabilità ed inoltre possono essere dotati di timone o pedali per affrontare la forza del pesce.

04_pesca

Figura 4 kayak fishing

  • Canoa a Vela, disciplina e sport non molto diffuso in Italia che unisce canoa e vela. Esistono modelli di kayak e canoe che possono montare o delle vere e proprie rande o delle vele per sfruttare il vento di poppa. Utilizzo di barche specifiche

05_vela

Figura 5 canoa vela

Nel prossimo artivolo parleremo delle discipline d’acqua bianca o mossa.

Hai voglia di iniziare a pagaiare? se ti trovi nel Nord Est potresti pensare a qualcuna delle attività della Scuola Kayak Friuli

Ti è piaciuto questo post? seguici su Facebook!

pulsante FB